Voi siete qui

Scienze della natura

Scienze e Tecnologie

Informazioni

torna su

Scheda corso scienze della natura
Classe Scienze della natura (LM-60)
Accesso libero, previa verifica dei requisiti curriculari e della preparazione personale
Durata 2 anni (120 crediti)
Frequenza obbligatoria per le attività didattiche costituite da laboratori, attività di campo, stage.
Sedi didattiche - Edifici biologici - via Celoria, 26
- Settore Didattico - via Celoria, 20-26
- via Mangiagalli, 34 - Milano
- via Botticelli, 23 - Milano
Coordinatore Prof.ssa Lucia Angiolini
Siti utili www.scienzemfn.unimi.it
www.ccdnat.unimi.it
www.unimi.it/studenti/875.htm
VIDEO https://youtu.be/XEYubHpDuRU

 

Requisiti di accesso

torna su

  • Laureati nella classe di laurea in Scienze e tecnologie per l'ambiente e la natura (L-32) e della corrispondente classe relativa al D.M. 509/99;
  • Laureati in altre classi oppure con altro titolo di studio conseguito all’estero riconosciuto idoneo, a condizione che dimostrino di possedere le competenze necessarie per seguire con profitto gli studi. In particolare, per l'accesso sono necessarie solide basi di matematica, fisica, chimica, e aver acquisito almeno 60 crediti nei seguenti ambiti caratterizzanti della classe di laurea L-32: discipline biologiche; discipline di scienze della Terra e discipline agrarie;
  • L'adeguatezza della preparazione personale viene verificata mediante colloquio individuale con una commissione costituita da docenti del corso di laurea.

Obiettivi

torna su

Il Corso di laurea magistrale mira a fornire una solida base culturale per l'analisi della struttura e del funzionamento nello spazio e nel tempo degli ecosistemi, attraverso una adeguata integrazione interdisciplinare; conoscenze adeguate per analizzare la biodiversità a diversi livelli di organizzazione, dalla diversità genetica alla diversità specifica ed ambientale, e competenze specifiche per la valutazione dei cambiamenti di origine naturale o antropica degli ecosistemi; strumenti di comunicazione e divulgazione ambientale; strumenti conoscitivi per affrontare in modo rigorosamente scientifico le problematiche ambientali e lavorare in ampia autonomia, assumendo responsabilità di progetti e strutture, anche con un ruolo dirigenziale.

Sbocchi professionali

torna su

I laureati nel Corso di laurea magistrale in Scienze della natura potranno esercitare attività di ricerca: di base, orientata a fornire supporti teorici e metodologici per lo studio e la conservazione della biodiversità, oppure rivolta allo studio ed alla fruizione del patrimonio archeologico e dei beni culturali. Le attività professionali del laureato riguardano il censimento del patrimonio naturalistico e la progettazione di piani di monitoraggio, di valutazione d'impatto, recupero, pianificazione e gestione dell'ambiente naturale e antropizzato. Rientra nelle sue competenze anche l’organizzazione e direzione di musei scientifici, acquari, giardini botanici e parchi naturalistici. Nel settore pubblico le competenze di questo laureato magistrale possono essere spese in Università, enti di ricerca, imprese di gestione e servizi ambientali, Agenzie nazionali e regionali per la Protezione dell'Ambiente, ma anche nelle Amministrazioni di Regioni, Province, Comuni, Comunità Montane, Associazioni ambientaliste e Fondazioni che operano nella gestione delle problematiche ambientali e nella gestione e valorizzazione del patrimonio paleontologico. Nel settore privato i laureati potranno svolgere la loro attività in differenti tipi di imprese e nelle sempre più numerose società e cooperative di consulenza e di fruizione naturalistica del territorio. Oltre a ciò il laureato potrà svolgere attività di divulgazione naturalistica nelle scuole, nei musei e nei parchi ed attività pubblicistica ed editoriale, ivi compresa la preparazione di documentazione naturalistica per sistemi interattivi.

Esperienza di studio all’estero

torna su

Lo studente iscritto al corso di laurea ha la possibilità di trascorrere periodi di studio e di tirocinio all'estero, occasione unica per arricchire il proprio curriculum formativo in un contesto internazionale. A tal fine l’Ateneo aderisce al programma europeo Erasmus +. Le aree geografiche presso cui risiedono le Università partner sono principalmente in: Francia e Romania.
Per maggiori informazioni http://www.unimi.it/studenti/erasmus/70801.htm

Piano degli studi

torna su

I anno

Insegnamenti e crediti
Insegnamenti obbligatori CFU
Metodi di analisi degli ecosistemi 12

 

I e II anno

Insegnamenti e crediti
Insegnamenti opzionali per la scelta guidata CFU
Uno oppure due insegnamenti a scelta tra:
- Sistemi informativi territoriali
- Raccolta, rappresentazione e analisi dei dati (non sarà attivato nell’a.a. 2017/2018)
6
Uno oppure due insegnamenti a scelta tra:
- Politica e legislazione ambientale
- Etica ambientale
6
Un insegnamento a scelta tra:
- Patrimonio geomorfologico e geodiversità
- Ecotossicologia
- Progettazione ecologica del paesaggio (non sarà attivato nell’a.a. 2017/2018)
6
Un insegnamento a scelta tra:
- Paleontologia dei vertebrati (non sarà attivato nell’a.a. 2017/2018)
- Paleontologia stratigrafica
- Alpine glaciology and climatology
- Evoluzione geologica di un pianeta abitabile
- Paleoecologia applicata (non sarà attivato nell’a.a. 2017/2018)
6
Uno oppure due insegnamenti a scelta tra:
- Biogeografia
- Comportamento animale
- Palinologia (non sarà attivato nell’a.a. 2017/2018)
- Adattamento degli organismi all’ambiente
- Anatomia e fisiologia dei sistemi (non sarà attivato nell’a.a. 2017/2018)
- Biodiversità ed evoluzione
- Bioindicatori (non sarà attivato nell’a.a. 2017/2018)
- Biologia marina
- Ecologia vegetale e fitosociologia
- Laboratory Methods for Biodiversity
6
Due insegnamenti a scelta tra:
- Antropologia
- Entomologia
- Struttura e dinamica delle popolazioni
- Comunicazione e Laboratorio didattico delle Scienze naturali
- Laboratorio di Pedologia
- Simbiosi e parassitismo
6+6

 

Ulteriori attività formative

  • 12 crediti scegliendo tra tutti gli insegnamenti attivati dall’Ateneo purché coerenti con il percorso formativo;
  • Altre attività (campagne naturalistiche, lingua inglese) (3 crediti);
  • Prova finale (39 crediti).